Negli ultimi anni, Google ha apportato diverse modifiche al modo in cui i loro crawler capiscono come i contenuti rispondono alle domande.

Più di recente, tali modifiche hanno incluso più aggiornamenti dell’algoritmo che includono miglioramenti sofisticati all’elaborazione del linguaggio naturale e ai modelli di apprendimento automatico come BERT e MUM.

Questi aggiornamenti aiutano Google a capire meglio come le persone cercano argomenti e che tipo di contenuto sta effettivamente cercando l’utente per soddisfare le esigenze della loro query, quindi in che modo i contenuti di un sito possono soddisfare al meglio tali esigenze.

L’obiettivo finale è quello di offrire all’utente il miglior contenuto possibile per migliorare la propria esperienza di ricerca.

Con questo in mente, è ancora più importante ora concentrarsi sulla creazione di una struttura di argomenti che soddisfi le esigenze delle varie fasi del percorso dell’acquirente di un utente anziché solo quali parole chiave vengono utilizzate su una pagina.

contenuto seo

contenuto seo

In che modo gli argomenti sono diversi dalle parole chiave?

Potresti chiederti a questo punto qual è la differenza tra un argomento e una parola chiave, soprattutto considerando che ho appena detto che le parole chiave sono ancora un pezzo importante per il puzzle SEO.

A mio modo di pensare, un argomento è un approccio più olistico alla “ricerca per parole chiave”.

Un argomento può essere composto da diversi termini e query rilevanti che possono rientrare in diverse aree del percorso dell’acquirente .

I tipi di contenuto che puoi creare attorno a un determinato argomento dipendono un po’ dal verticale in cui cade il tuo sito.

Alcuni siti richiederebbero:

  • Contenuti che trattano argomenti di apprendimento precoce.
  • Contenuti sul punto di vista dell’azienda sull’argomento.
  • Forse la loro offerta di prodotti che risolve questo problema.

I siti più piccoli, in particolare le attività commerciali locali, potrebbero richiedere solo una parte di contenuto educativo/di primo funnel che punti anche a contenuti che descrivono i servizi o i prodotti offerti per risolvere il problema o il bisogno che il cliente/utente potrebbe dover affrontare.

1. Inizia con una strategia

strategia nella seo

strategia nella seo

La cosa più importante che puoi fare per il tuo sito quando lo costruisci o ne ripensa la struttura è fare un passo indietro e definire una strategia sugli argomenti su cui devi concentrarti.

Osservando gli aspetti più ampi delle tue offerte e identificando un argomento di primo livello per tale offerta, avrai una migliore comprensione delle tue esigenze.

Dopo aver avuto un’idea di quali devono essere i focus del tuo argomento principale, puoi seguire il processo di ricerca delle parole chiave standard.

Il problema principale è che si desidera espandere quella ricerca per comprendere termini più rilevanti dal punto di vista semantico relativi all’argomento, non solo la parola chiave principale.

Dai un’occhiata alle aree che circondano l’argomento che devono essere trattate per soddisfare le varie esigenze del ricercatore. Chiediti quali domande potrebbero essere poste sull’argomento e fai ricerche su questi termini.

Se possibile, non aver paura di entrare nel mondo reale e chiedere alle persone nei tuoi dati demografici di destinazione cosa potrebbero cercare o quali domande correlate potrebbero avere.

2. Ricerca i tuoi concorrenti

Competitor

Competitor

Una volta che capisci quali contenuti devi avere per avere un buon rendimento per un argomento, inizia a cercare chi si classifica bene in questi spazi.

Se si stanno già comportando bene in questo spazio, allora è sicuro dire che stanno facendo qualcosa di giusto. Ci sono delle eccezioni, quindi assicurati di continuare a monitorare la concorrenza nello spazio a cui ti stai rivolgendo.

Una volta identificato un concorrente, mi piace gestire il suo sito attraverso uno strumento per vedere come si è comportato per termini pertinenti per un periodo prolungato.

Questo mi darà alcune informazioni di base su se questi risultati sono duraturi o se si tratta di un salto recente per determinare se vale la pena ricercarli ulteriormente a questo punto.

Una volta capito cosa stanno facendo i tuoi concorrenti reali nello spazio a cui ti rivolgi, dai un’occhiata a come strutturano i loro contenuti.

Guarda come stanno offrendo i loro contenuti e come appare la struttura del sito che circonda quell’argomento. Queste informazioni ti forniranno un progetto di base quando lavori sul tuo sito.

Detto questo, non copiare il contenuto della concorrenza. Usalo come guida, ma alla fine plagiare i contenuti non farà altro che ferirti.

3. Considera l’intento

Poiché i motori di ricerca si sono evoluti nel corso degli anni, in particolare con il recente lancio di BERT da parte di Google, è importante comprendere l’ intento dietro le query su cui stai creando contenuti a cui indirizzare.

Mentre ci sono molti strumenti là fuori nel mondo SEO per identificare argomenti e parole chiave, ho sempre trovato uno dei modi migliori per identificare l’intento dietro una query è semplicemente cercarla all’interno di una finestra di navigazione in incognito.

Potresti sorprenderti.

Puoi cercare qualcosa di semplice come una query di una sola parola e notare che i risultati restituiscono più contenuti educativi attorno al termine, come un risultato “che cos’è…”.

Questo ti aiuterà a determinare quale contenuto deve essere creato (o addirittura rielaborato) per soddisfare le esigenze della ricerca.

4. Non dimenticare la struttura del sito

Struttura sito nella SEO

Struttura sito nella SEO

La creazione di contenuti attorno a un argomento non è l’unico pezzo del puzzle.

È importante organizzare i tuoi contenuti in un modo che abbia senso per i crawler e mostrare che sei un’autorità in un determinato argomento.

Se i motori di ricerca vedono che stai creando contenuti più pertinenti su un determinato argomento, dovresti vedere risultati più migliorati attorno a questi termini.

Uno dei modi migliori per dimostrare questa autorità è utilizzare i breadcrumb per mostrare il flusso del tuo sito.

Questo non solo funge da secondo livello di navigazione per gli utenti, ma aiuta anche i crawler a capire come andare dal punto A del tuo sito al punto B.

Le breadcrumb possono anche aiutarti a modificare la struttura del tuo sito senza dover apportare modifiche agli URL, il che può essere incredibilmente pericoloso per la SEO.

Non dimenticare di dare un’occhiata ai tuoi concorrenti che stanno andando bene per vedere se ci sono informazioni che puoi ricavare dalla struttura del loro sito.

Non c’è bisogno di reinventare la ruota e potresti ottenere qualche informazione in più su come espandere la copertura di un argomento nel processo.

5. È ora di dominare

Poiché Google ha implementato modi più intelligenti per elaborare e restituire i contenuti in modo che corrispondano alle query degli utenti, è importante creare una struttura tematica logica sul tuo sito per semplificare l’elaborazione di questi contenuti.

Questo dà ai tuoi creatori di contenuti una stella polare per guidare i loro sforzi di scrittura.

Assicurati che i tuoi contenuti rispondano alla promessa fatta al lettore in modo completo e chiaro. Evita la lanugine, il gergo e le parole sprecate.

Ricorda, è tutta una questione di qualità rispetto alla quantità!

Ebbene, si tratta quasi esclusivamente di qualità, ma anche di rilevabilità. Assicurati di utilizzare le parole chiave e le frasi che gli utenti utilizzeranno per trovare soluzioni ai problemi che stanno riscontrando.

Quindi, assicurati di monitorare le prestazioni, sia le tue che quelle dei concorrenti. Stabilisci parametri di riferimento e cerca sempre di essere migliore.

Fallo e dovresti iniziare a dominare la concorrenza con risultati duraturi.


Stai cercando un Consulente SEO?

Se stai cercando un consulente seo conttattami a [email protected] o al numero 345-8541524. Se hai bisogno di una seo audit del tuo sito per capire come sei posizionato e con quali parole chiave su Google, vai nella mia pagina Analisi Seo Gratuita  

La tua Azienda ha bisogno di un Corso SEO Aziendale?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.

Sei di Milano e hai bisogno di un Corso SEO?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.