I tuoi contenuti sono in linea con ciò che Google mostra a Pagina 1? In caso contrario, il consolidamento delle pagine potrebbe migliorare le prestazioni SEO. Ecco come.

La soglia di qualità di Google, e il modo in cui si collega all’indicizzazione, è diventata un argomento più noto e ampiamente discusso nell’ultimo anno.

Diversi elementi contribuiscono alla proposta di valore di una singola pagina e dominio. Ma un concetto chiave che Google copre nelle sue Linee guida per la valutazione della qualità è “scopo vantaggioso”.

Sempre più spesso, quando i siti Web che registrano prestazioni (e classifiche) diminuiscono, è perché:

  • Le SERP sono cambiate (e ora presentano agli utenti proposte di valore diverse).
  • Il sito ha diffuso valore attorno a un argomento specifico su troppi URL con l’obiettivo di classificare più URL per più parole chiave.

Dopo aver verificato e consolidato queste pagine (o elementi della pagina), abbiamo rafforzato la proposta di valore della pagina di destinazione e abbiamo visto migliorare le prestazioni e le pagine si allineano meglio con ciò che Google sta ora scegliendo di pubblicare sulla Pagina 1.

Google ha discusso del consolidamento dei contenuti, ma più nel contesto del consolidamento di domini o sottodomini che si sovrappongono o competono per gli stessi argomenti e termini.

Applicando la logica della proposta di valore e dello scopo benefico a questo, possiamo fare lo stesso per i documenti esistenti all’interno di un singolo dominio.

Che cos’è il consolidamento dei contenuti?

Il consolidamento dei contenuti è il processo di fusione di diversi contenuti, come post di blog, articoli o pagine di destinazione create per la SEO, in un unico articolo coerente. 

Questo pezzo unico coeso ha una forte proposta di valore (e contenuto principale) e elementi di supporto che si collegano al contenuto associato (contenuto di supporto). 

Durante questo processo, inoltre, rimuoverai (o correggerai) contenuti obsoleti e errati.

Questo dovrebbe funzionare in linea con la tua strategia generale per i contenuti sia nel generare visibilità nella parte superiore della canalizzazione, sia nel rispondere alle domande sui casi d’uso per poi indirizzare il percorso dell’utente verso le tue pagine orientate alla conversione.

Gli audit di consolidamento dovrebbero concentrarsi sul contenuto e, a mio parere, mantenere indipendente il tipo di pagina.

Ad esempio, non c’è nulla di male nello spostare elementi dai post del blog alle pagine commerciali se aiuta a migliorare la proposta di valore della pagina commerciale e a classificarsi per le query più pertinenti.

Definizione di “qualità”

La sezione 3.1 delle Linee guida per la valutazione della qualità definisce un elenco puntato dei fattori più importanti nel determinare la qualità della pagina.

Ma il primo punto elenco in questo elenco è quello che si riferisce strettamente allo scopo benefico, e questo è letteralmente “lo scopo della pagina”.

Ogni pagina ha uno scopo diverso (ad es. fornire informazioni o vendere un prodotto/servizio). Un punteggio di qualità della pagina viene quindi applicato a quel tipo di pagina.

Poiché Google ha aumentato e aggiornato le SERP negli ultimi mesi, alcuni intenti apparentemente contrastanti (per fornire risultati per coprire più interpretazioni comuni più di prima), lo “scopo benefico” è diventato più toccante.

Quando quindi iniziamo a parlare di una pagina con uno scopo benefico rilevante e di alta qualità, entriamo nel regno della descrizione delle pagine come aventi:

  • Alti livelli di EAT.
  • Elevata qualità e livelli soddisfacenti del contenuto principale (che definisce lo scopo benefico principale).
  • Buoni livelli di contenuti pertinenti e di supporto.

Al contrario, una pagina può avere un forte scopo benefico (ad es. vendere o promuovere un prodotto o servizio), ma se manca degli altri fattori, avrà difficoltà. Poiché Google classifica gli URL, la distribuzione di un argomento e del suo contenuto (e scopo vantaggioso) su troppe pagine diluisce il valore potenziale.

Google lo descrive come:

Le pagine di bassa qualità potrebbero essere state destinate a uno scopo benefico. Tuttavia, le pagine di bassa qualità non raggiungono bene il loro scopo perché mancano di una dimensione importante

Una situazione comune a cui vedo questo portare (molto) è dove Google sceglierà di classificare un post di blog, progettato come contenuto di supporto, prima di una pagina commerciale per termini commerciali (sebbene in posizioni di guida non di traffico) perché ha un proposta di valore che una pagina commerciale, che è stata distribuita su una sottocartella e più URL.

Processo di consolidamento

Diverse origini dati possono informare i tuoi sforzi di consolidamento.

Questi includono:

  • Strumenti di analisi comuni per visualizzazioni di pagina, ingressi e uscite.
  • Console di ricerca di Google.
  • Il tuo strumento di monitoraggio del grado preferito.

Con questi dati, sarai in grado di identificare potenziali aree problematiche.

Identificazione delle destinazioni URL prioritarie

Quando ho lavorato con i clienti per fare questo, la prima domanda è “da dove iniziamo?”

La risposta migliore si trova all’interno di Google Search Console.

All’interno dei rapporti di copertura, vogliamo cercare le pagine che sono state classificate nella sezione esclusa come:

  • Scansionato: al momento non indicizzato
  • Pagina alternativa con tag canonico appropriato
  • Duplica senza canonico selezionato dall’utente
  • Duplicato, Google ha scelto canonico diverso da utente
  • Soft 404

Queste sono tutte categorie di esclusione che indicano potenziali problemi di qualità della pagina e che gli URL potrebbero essere validi ma stanno scendendo al di sotto della soglia di qualità per l’indicizzazione.

Raggruppamento di pagine

Come accennato in precedenza nell’articolo, rimuovere buoni segmenti di contenuto dall’URL di un blog e aggiungerli a un URL commerciale (se ha senso farlo e migliora la proposta di valore) non è una brutta cosa prima di rimuovere la pagina sezionata.

Per un certo numero di siti Web affermati, è possibile che tu abbia più articoli di blog e altre aree del sito Web (come il supporto) che competono per termini simili. 

Questa è una buona opportunità per riallineare queste pagine. Ad esempio, potresti avere un articolo del blog rivolto ad alcuni termini della parte superiore della canalizzazione e un articolo di supporto rivolto a problemi specifici. 

Qui puoi de-ottimizzare l’articolo per non competere con l’articolo di supporto in quanto fornisce una proposta di valore migliore e soddisfa meglio l’intento delle query di supporto.

Non esiste una strategia o un quadro prestabilito da seguire davvero nel fare ciò, poiché tutti i siti Web e le strategie di contenuto sono strutturati in modo diverso.

Tuttavia, il tuo obiettivo principale dovrebbe essere il mantenimento e il miglioramento delle prestazioni delle metriche aziendali (ad es. lead, entrate), anche a costo di alcune visualizzazioni di pagina.


Stai cercando un Consulente SEO?

Se stai cercando un consulente seo conttattami a [email protected] o al numero 345-8541524. Se hai bisogno di una seo audit del tuo sito per capire come sei posizionato e con quali parole chiave su Google, vai nella mia pagina Analisi Seo Gratuita  

La tua Azienda ha bisogno di un Corso SEO Aziendale?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.

Sei di Milano e hai bisogno di un Corso SEO?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.