Non dimenticare di misurare l’esperienza utente (UX) per ottenere informazioni dettagliate basate sui dati su come migliorare il tuo sito web.

C’è un’abbondanza di strategie SEO disponibili per migliorare le prestazioni del sito web. Tuttavia, la maggior parte delle strategie si concentra sull’aumento delle sessioni.

Cosa succede una volta che questi utenti atterrano sul tuo sito web?

Come ha spiegato David Freeman nel 2017, l’UX è fondamentale per il futuro della SEO e “ciò che è buono per il consumatore è positivo per le prestazioni di ricerca organica”.

Analizzando le interazioni degli utenti sui menu di navigazione del sito Web, misurando la profondità di scorrimento, i clic sui pulsanti, il coinvolgimento con i campi dei moduli e persino gli errori JavaScript, possiamo vedere potenziali ostacoli alla conversione. 

Le metriche dell’esperienza utente (UX) possono essere facilmente monitorate tramite piattaforme gratuite ea pagamento come Microsoft Clarity, Hotjar e altre piattaforme.

Come misurare l’esperienza utente con Microsoft Clarity

Prima di iscriverti a una piattaforma di tracciamento UX, controlla se è conforme a GDPR e CCPA, se ci sono limiti di traffico, se si verifica il campionamento o la condivisione di dati con terze parti e il modello di prezzo.

Poiché Microsoft Clarity soddisfa tutti questi criteri e sarà per sempre un servizio gratuito, è uno strumento conveniente per misurare l’esperienza utente.

Iscriviti a Clarity utilizzando il tuo account Microsoft, Facebook o Google. Quindi, una volta effettuato l’accesso, crea un nuovo progetto per il tuo sito web.

Dovrai aggiungere il codice di monitoraggio di Clarity al tuo sito Web, che si trova in Impostazioni > Configurazione > Come installare Clarity . Questa installazione può essere eseguita aggiungendo manualmente il codice alle tue pagine web o tramite piattaforme di terze parti come Google Tag Manager.

Attendi fino a due ore prima che i dati vengano visualizzati all’interno del progetto Clarity.

 

 

Quando analizzare le metriche UX 

Prima di analizzare i dati forniti da Clarity (o qualsiasi altra piattaforma di misurazione UX), ricorda di considerare:

  • La tempistica dei dati da analizzare (giorni, settimane, mesi) 
  • Potenziale stagionalità
  • L’influenza di altre campagne di marketing (offline e online)
  • La quantità di dati che stai analizzando (per significatività statistica)

A seconda della media giornaliera delle sessioni totali sul tuo sito Web, potrebbero essere necessarie due settimane o più di 10 settimane per raccogliere dati sufficienti come base per analisi e test futuri. Più dati, meglio è!

Impara da Benny Blum quando è il momento giusto per iniziare ad analizzare i dati e quando i dati possono essere considerati statisticamente significativi (valore p del 5% o inferiore).

Come analizzare le metriche UX

Utilizzando Microsoft Clarity come esempio, inizia guardando le registrazioni delle sessioni con errori JavaScript e questi comportamenti anomali degli utenti:

  • Dead Clicks . Questi si verificano quando un “Utente ha cliccato o toccato una pagina senza alcun effetto”, che potrebbe essere un utente che fa clic su un elemento non collegato come un pulsante, un riferimento nel testo o un elemento di navigazione.
  • Rage Clicks . Questi si verificano quando un “Utente ha fatto clic o toccato nella stessa piccola area”, il che potrebbe essere dovuto a una risposta lenta del sito Web a un clic sul collegamento o agli utenti che evidenziano il contenuto di testo alla ricerca di ulteriori informazioni.
  • Scroll eccessivo . Ciò accade quando un “Utente ha fatto scorrere una pagina più del previsto”, che potrebbero essere utenti incapaci di trovare le informazioni di cui hanno bisogno all’interno del contenuto.
  • Quick Backs . Ciò accade quando un “Utente è passato a una pagina e poi è tornato rapidamente a quella precedente”, che potrebbe essere considerato un rimbalzo della pagina a causa di un clic accidentale o di contenuti irrilevanti.

Guardando queste registrazioni, puoi ottenere informazioni su problemi tecnici sconosciuti, come migliorare i collegamenti interni e idee per modifiche al design della pagina.

Puoi anche salvare le registrazioni (preferite) che mostrano un comportamento utente interessante, per rivederle rapidamente in un altro momento. Puoi condividere le registrazioni tramite un link (che scade dopo un massimo di 30 giorni) o tramite un’e-mail.

Utilizzando i filtri, puoi trovare le registrazioni che ti interessano. Ad esempio, filtra per dispositivi mobili negli ultimi sette giorni gli utenti dall’Australia che sono entrati nel sito tramite un URL che inizia con x (per includere anche le UTM), con la sessione che dura più di un minuto, per vedere come gli utenti interagiscono con la tua pagina di destinazione localizzata.

L’analisi delle mappe di calore fornisce anche informazioni su come gli utenti interagiscono con i contenuti e quali inviti all’azione sono più efficaci. Guarda quali elementi di una pagina web hanno il maggior numero di clic (su PC, tablet o cellulare) e se quell’elemento è un video, un pulsante, un collegamento nel testo, un’opzione di navigazione a discesa o un collegamento a piè di pagina o qualsiasi altra area di la pagina.

Se l’invito all’azione chiave sulla tua pagina non sta ottenendo il maggior numero di clic, prova una modifica nel suo design, ad esempio trasformandolo in un pulsante mobile, un elemento più grande o utilizzando contenuti diversi attorno ad esso.

La distanza in cui gli utenti scorrono la pagina (in media) su PC, tablet o dispositivo mobile può anche variare in base al design della pagina e alla reattività del dispositivo. Scopri fino a che punto gli utenti sono disposti a scorrere per trovare le informazioni che cercano e se mancano contenuti importanti.

Se solo pochi utenti stanno scorrendo fino al piè di pagina e il numero di clic e coinvolgimento è basso, prova a modificare il layout della pagina e a regolare i contenuti, i titoli o i contenuti multimediali.

 

 

Inizia a raccogliere dati oggi stesso

Non perdere l’opportunità di migliorare i tuoi siti Web con approfondimenti sull’esperienza utente basati sui dati. Crea un account, implementa il codice di monitoraggio e inizia a misurare oggi.

 


Stai cercando un Consulente SEO?

Se stai cercando un consulente seo conttattami a [email protected] o al numero 345-8541524. Se hai bisogno di una seo audit del tuo sito per capire come sei posizionato e con quali parole chiave su Google, vai nella mia pagina Analisi Seo Gratuita  

La tua Azienda ha bisogno di un Corso SEO Aziendale?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.

Sei di Milano e hai bisogno di un Corso SEO?

Per maggiori informazioni contattati via mail  info[email protected] o al numero 345-8541524.