Vuoi configurare il tuo sito WordPress per migliorare il traffico e le classifiche? Assicurati di seguire queste impostazioni del sito per migliorare il tuo SEO.

WordPress è uno dei sistemi di gestione dei contenuti più SEO friendly oggi. Se hai un sito Web WordPress, ci sono molte cose che puoi fare per migliorare il tuo SEO. Ma se non stai attento, potresti anche danneggiare il posizionamento del tuo sito senza accorgertene.

In questo post scoprirai 12 impostazioni da considerare se vuoi che il tuo sito Web WordPress raggiunga il suo pieno potenziale SEO.

In SEO, la sicurezza è una considerazione spesso trascurata ma importante. Oltre alle impostazioni SEO generali, esamineremo alcune impostazioni di sicurezza necessarie che possono aiutare a prevenire attacchi SEO negativi.

Impostazioni SEO per WordPress

Di seguito sono riportate semplici impostazioni che dovrebbero essere alla base di tutti i siti WordPress che cercano di migliorare i propri sforzi SEO.

Wordpress SEO: 12 consigli fondamentali per il tuo sito

1. Configura le impostazioni della home page e del blog

Prima di iniziare a creare pagine e post, devi assicurarti che la tua home page e le pagine del blog siano impostate e pronte per l’uso. Questo può sembrare un dettaglio minore, ma è essenziale. La tua home page è la prima cosa che le persone vedranno quando visitano il tuo sito, quindi assicurati che faccia una buona impressione.

Allo stesso modo, il tuo blog è un ottimo modo per entrare in contatto con il tuo pubblico e creare un seguito coinvolto. Impostando queste pagine essenziali prima di iniziare ad aggiungere contenuti, è più probabile che ti ritroverai con un sito Web di successo che le persone apprezzeranno a visitare.

Per impostazione predefinita, WordPress ha la pagina dei tuoi ultimi post come home page. Dovrai selezionare l’opzione “Una pagina statica” e selezionare quale pagina è la tua home page e quale è la tua pagina del blog.

Quando imposti il ​​tuo blog, una delle prime cose che devi decidere è come vuoi che siano strutturati i tuoi URL.

Una tassonomia URL scalabile renderà molto più semplice la scansione e l’indicizzazione dei motori di ricerca e sarà anche più facile da usare. Di conseguenza, vale la pena dedicare del tempo alla scelta di una struttura di permalink che funzionerà bene per il tuo blog a lungo termine. Ci sono alcune opzioni diverse, quindi prenditi del tempo per sperimentare e trovare quella che funziona meglio per te e il tuo blog.

Puoi scegliere la struttura che funziona meglio per il tuo sito, ma ti consiglio di utilizzare una struttura personalizzata e di stare lontano da una struttura basata sulla data. Una struttura di permalink che utilizza mese e giorno o giorno e nome può creare un’architettura del sito contorta.

3. Mappa del sito dinamica

Una mappa del sito dinamica è uno strumento essenziale per qualsiasi sito web. Aiuta i motori di ricerca a indicizzare il tuo sito e rende più facile per gli utenti trovare le informazioni che stanno cercando.

D’altra parte, una mappa del sito statica è molto meno efficace, può essere difficile tenersi aggiornata e non offre lo stesso livello di scalabilità.

Molti plug-in offrono opzioni dinamiche per la mappa del sito con varie personalizzazioni. Quindi, se stai cercando il modo migliore per migliorare la SEO del tuo sito web, una mappa del sito dinamica è la strada da percorrere.

4. Configurare un ottimizzatore di immagini automatizzato

Per mantenere un sito WordPress veloce, è necessario disporre di immagini ottimizzate. I vantaggi SEO derivanti dall’avere immagini ottimizzate sono numerosi, dall’aumento della velocità del sito Web al miglior posizionamento sui motori di ricerca. Il modo più semplice per ottimizzare le tue immagini è utilizzare un plug-in.

Molti plugin di WordPress ottimizzeranno automaticamente le immagini mentre le carichi. Mentre alcuni sono a pagamento, molte opzioni gratuite funzionano altrettanto bene.

5. Imposta il titolo predefinito e le meta descrizioni

Molti plugin SEO offrono impostazioni predefinite per titoli e meta descrizioni, garantendo che tutte le nuove pagine siano ottimizzate per la ricerca. Questo è un vero toccasana per i siti Web di grandi dimensioni con molte pagine o per i team che non hanno familiarità con le migliori pratiche SEO. Sfruttando questi strumenti, puoi contribuire a garantire che il tuo sito Web sia visibile e facilmente trovabile dai potenziali visitatori.

Nello screenshot qui sotto, sto usando Yoast per impostare i valori predefiniti per i miei post del blog. Nel mio titolo ho inserito un formato strutturato per renderlo facile da usare.

Per le meta descrizioni, sto tirando un estratto dall’inizio del post del blog. Questa è una semplice impostazione predefinita che chiunque può distribuire.

Proteggi la tua SEO con queste impostazioni di sicurezza di WordPress

La SEO sta iniziando a diventare un elemento cruciale per la sicurezza del sito web. La sicurezza del sito web è sempre stata importante, ma lo sta diventando sempre di più man mano che il web diventa sempre più parte della nostra vita quotidiana.

I siti Web vengono ora utilizzati per qualsiasi cosa, dallo shopping online all’online banking, e se un sito Web non è sicuro, le conseguenze possono essere gravi.

Google prevede sanzioni per i siti Web infettati da malware e per quelli che potrebbero praticare l’ingegneria sociale. Se il tuo sito web non è sicuro, potresti perdere potenziali clienti e classifiche nel motore di ricerca di Google. La sicurezza del sito web è, quindi, un elemento importante della SEO e non dovrebbe essere ignorata.

6. Disattiva i commenti

Sebbene il valore SEO delle sezioni dei commenti sia stato dibattuto, non c’è dubbio che possano rappresentare un rischio per la sicurezza.

Gli spammer utilizzano spesso le sezioni dei commenti per aggiungere collegamenti ai loro siti Web, che possono contenere codice dannoso. Gli hacker possono anche tentare iniezioni SQL e attacchi XSS tramite moduli online.

Di conseguenza, è fondamentale essere consapevoli dei rischi associati alle sezioni dei commenti. Se scegli di utilizzare una sezione commenti sul tuo sito WordPress, controllala da vicino ed elimina eventuali commenti spam o sospetti.

Dovresti considerare di disabilitare la sezione dei commenti se non sei disposto a impegnarti in più per mantenerla sicura. Di seguito è riportato uno screenshot che mostra come disabilitare la sezione dei contenuti.

7. Disattivare e rimuovere XML-RPC

Una delle vulnerabilità di sicurezza più comuni di WordPress sono gli attacchi di forza bruta al file XML-RPC. Per impostazione predefinita, questo file è attivato e può essere utilizzato per accedere al sito WordPress da remoto.

Tuttavia, fornisce anche un bersaglio perfetto per gli hacker che utilizzano strumenti automatizzati per indovinare nome utente e password. Una volta ottenuto l’accesso, possono devastare eliminando file, installando malware o persino impossessandosi dell’intero sito.

Un modo semplice per proteggersi da questi attacchi consiste nel disattivare il file XML-RPC. Ciò impedirà l’accesso remoto al sito e disabiliterà alcune funzionalità come pingback e trackback.

Gli esperti SEO ritengono che la maggiore sicurezza superi gli svantaggi. Quindi, se sei preoccupato per gli attacchi di forza bruta al tuo sito WordPress, disattiva il file XML-RPC.

Esistono tre modi per disattivare il file xmlrpc.php sui siti WordPress.

  • Usa un plug-in: cerca nella directory dei plug-in “remove xmlrpc”
  • Aggiungi questo codice al file functions.php:
    add_filter('xmlrpc_enabled', '__return_false');
  • Disabilitalo nel file .htaccess:
    # Block WordPress xmlrpc.php requests
    <Files xmlrpc.php>
    order deny,allow
    deny from all
    </Files>

8. Imposta i permessi utente

In qualità di gestore di un sito WordPress, devi assicurarti che il sito funzioni senza intoppi e che tutte le parti interessate abbiano l’accesso necessario. Detto questo, non tutte le parti interessate devono accedere a ogni aspetto del sito.

L’impostazione delle autorizzazioni utente consente di concedere a ogni stakeholder l’accesso solo alle sezioni di cui ha bisogno, mantenendo il sito organizzato e impedendo che vengano apportate modifiche non autorizzate.

Inoltre, dovresti rivedere regolarmente le autorizzazioni utente per assicurarti che siano ancora accurate.

WordPress fornisce un eccellente riepilogo di ciò che ogni ruolo può fare.

9. Assicurati che tutti gli utenti dispongano di password sicure con 2FA

Avere password sicure e abilitare l’autenticazione a due fattori (2FA) sono modi efficaci per rendere più difficile l’hacking di un sito WordPress.

Gli hacker che tentano attacchi di accesso con forza bruta utilizzano elenchi di password di grandi dimensioni che contengono milioni delle password più comuni. Avere una password complessa può aiutare a rendere inefficaci questi elenchi di password.

Se un hacker dovesse ottenere l’accesso alla tua password, avere 2FA abilitato può aiutare ad agire come un altro metodo per impedire agli hacker di ottenere l’accesso al tuo sito.

Molti plugin di sicurezza offrono impostazioni 2FA.

10. Imposta un limite di tentativi di accesso

Un attacco di forza bruta si verifica quando un utente malintenzionato tenta di indovinare la password di un utente immettendo ripetutamente diverse combinazioni di caratteri. Un modo per prevenire attacchi di forza bruta è configurare il tuo sito WordPress per limitare i tentativi di accesso.

Questa misura di sicurezza bloccherà l’indirizzo IP di un utente malintenzionato dopo un certo numero di tentativi di accesso non riusciti, rendendo più difficile l’accesso al tuo sito.

11. Plugin di aggiornamento automatico

Sfortunatamente, molte persone non si rendono conto che i loro plugin possono rappresentare un rischio per la sicurezza. Se un plug-in è obsoleto, potrebbe essere vulnerabile a exploit noti. Questo è il motivo per cui è l’ideale per utilizzare i plug-in di aggiornamento automatico.

12. Configura backup ricorrenti

Non dovresti trascurare un solido piano di sicurezza del sito Web nell’era digitale di oggi. Uno dei modi migliori per proteggere il tuo sito è assicurarti di eseguire backup giornalieri. Se il tuo sito viene violato o subisce altre violazioni della sicurezza, avrai una copia recente del tuo sito che puoi ripristinare.

Sebbene molti plugin offrano questo servizio, spesso è meglio trovare un host WordPress per gestire i backup. In questo modo, puoi essere certo che i tuoi backup vengano gestiti regolarmente.

Riassumendo

Man mano che il tuo sito guadagna più visitatori, sarà sempre più importante assicurarsi che le sue fondamenta siano solide. L’applicazione delle impostazioni menzionate in questo articolo è essenziale per avviare la SEO su WordPress. Seguendo questi suggerimenti, stai compiendo un passo fondamentale verso la creazione di un sito Web scalabile che crescerà con la tua attività.


Stai cercando un Consulente SEO?

Se stai cercando un consulente seo conttattami a [email protected] o al numero 345-8541524. Se hai bisogno di una seo audit del tuo sito per capire come sei posizionato e con quali parole chiave su Google, vai nella mia pagina Analisi Seo Gratuita  

La tua Azienda ha bisogno di un Corso SEO Aziendale?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.

Sei di Milano e hai bisogno di un Corso SEO?

Per maggiori informazioni contattati via mail  [email protected] o al numero 345-8541524.